Seleziona una pagina

Medicina e Chirurgia Estetica 

Raffaele Siniscalco

VIA IL BISTURI

Tecnologia e Innovazione per il tuo successo

Scegli i professionisti dell’eccellenza

 

Raffaele Sinscalco

Il Dottor Raffaele Siniscalco, Medico Chirurgo estetico, nasce a Roma il 04.11.1969.
 
Attualmente è tra i più conosciuti medici chirurghi estetici in Europa ed è il padre del “medical no bisturi”. Per Medical No Bisturi si intende una filosofia di lavoro che è risultata nel corso degli anni essere vincente: dare al paziente un risultato estetico pari e a volte superiore a quello ottenibile con l’intervento chirurgico grazie ad ogni innovazione tecnologica nel campo della medicina estetica.

Medicina Estetica Rigenerativa

L’obiettivo della Medicina Estetica è far sentire l’utente perfettamente in armonia con se stesso e con il mondo che lo circonda. Quindi una disciplina medica completa, attenta al miglioramento estetico non fine a se stesso, ma come risultato ultimo di un perfetto equilibrio psicofisico senza l’utilizzo del bisturi.

Laser Chirurgia NO Bisturi

Laser Chirurgia no Bisturi, include esclusivamente le metodiche più innovative e all’avanguardia dal punto di vista tecnologico che vanno ben oltre le metodiche, ormai superate, di medicina estetica tradizionale. In questa sessione trovano infatti spazio esclusivamente gli argomenti riguardanti le tecnologie, più performanti e più all’avanguardia che permettono al Dott. Raffaele Siniscalco di essere al top in Europa e che soprattutto garantiscono al paziente un risultato di eccellente qualità 

Chirurgia Estetica

La chirurgia estetica è una branca chirurgica che a differenza delle altre, come la chirurgia plastica che ha uno scopo “funzionale” e “riparativi”, in questo caso è finalizzata a migliorare o semplicemente modificare l’aspetto fisico di pazienti clinicamente sani. È anche definita chirurgia cosmetica

Nate dal progresso tecnologico e dalla migliore conoscenza

Endo Lipo Laser

Il problema dell’adiposità localizzata è sicuramente uno degli inestetismi più diffuso sia nel sesso maschile, con la “pancetta” e le “maniglie dell ‘amore””, che nel sesso femminile con i classici accumuli all’interno ginocchio, all’esterno coscia, ai fianchi, all’addome e ai glutei. Sicuramente l’intervento chirurgico di liposuzione è stato per decenni la scelta principe, anche se la più traumatica, con tutti i rischi generici di un intervento e i rischi specifici all’intervento di liposuzione stesso. La sua radicalità nel risolvere il problema degli antiestetici cuscinetti eliminandoli è intrinseca all’intervento stesso di liposuzione con tutte le conseguenze però di un periodo post-operatorio molto invalidante caratterizzato da dolore, da edemi diffusi, ecchimosi, un lungo periodo di convalescenza. Da circa 20 anni la scienza medica ha cercato di porre delle alternative più o meno valide che hanno ormai tolto, dopo tutti questi anni, la leadership alla liposuzione come soluzione di prima scelta all’annoso problema delle adiposità localizzate. Ossigenolipoclasia, idrolipoclasia ultrasonica, lipocavitazione ultrasonica, ultrashspe, ultrasuoni focalizzati ultrapulsati sono state tutte tecniche che hanno fatto comprendere l’importanza del “no bisturi” nel risolvere la problematica dell’adiposità localizzata. Oggi finalmente si è arrivati ad una soluzione di tipo non chirurgico validissima che promette, nella maggioranza dei casi, gli stessi risultati dell’intervento chirurgico di liposuzione: la ENDO LIPO LASER.

Blefaroplastica Laser

Sono ancora una volta i progressi della tecnologia ad offrire oggi la possibilità di regalare allo sguardo qualche anno in meno, preservando in tutti i casi un aspetto completamente naturale. Nata sulla scia della blefaroriduzione laser (ablativa e non) e come questa finalizzata alla rimozione della pelle in eccesso, sia della palpebra superiore sia di quella inferiore, alla riduzione delle “zampe di gallina” e al ringiovanimento del contorno occhi, la blefaroplastica laser presenta come prima grande differenza e novità assoluta il fatto di consentire un risultato definitivo in un unica seduta. Rapida e indolore, previa una leggera anestesia locale, la tecnica si esplica in cinque fasi che vanno dalla fotografia della zona perioculare (per la valutazione iniziale dell’inestetismo), alla marcatura (con pennarello) dell’area da asportare, e proseguono con l’anestesia (locale), la terapia laser, per finire con l’immediata dimissione del paziente che se ne torna a casa senza alcuna degenza.

Numero Verde